slideshow 1

VERBALE C.d.I. N.10 DEL 26 GENNAIO 2018

 VERBALE N.10

 

Oggi, 26 gennaio 2018, alle ore 16.00, nella Presidenza dell’ITIS “G. Marconi”, si riunisce il Consiglio d’Istituto, convocato con Prot. 186/II.1, con il seguente ordine del giorno:

1.     

Approvazione del verbale della seduta precedente

2.     

Insediamento neo componente studenti

3.     

Nomina Giunta Esecutiva componente docenti

4.     

Nomina Giunta Esecutiva componente studenti

5.     

Verifica e delibera attività cogestione con progettualità annesse su presentazione degli studenti

6.     

Autorizzazione utilizzo aula video per riunione Comitato Genitori

7.     

Modifica regolamento di Istituto in merito all’uscita dalla scuola dei minori di anni 14 a seguito nuove disposizioni ministeriali

8.     

Precisazioni in merito al contributo volontario a.s. 2018/2019

9.     

Modifica regolamento d’Istituto per l’accesso agli atti amministrativi

10. 

Varie ed eventuali

 

Risultano presenti:

Dirigente Reggente Ernesto Madeo

Componente Docente: Casapollo Lucia, Piscopo Mattea, Rizzi Elena, Figuccia Gaetana, Lorenzetto Rita, Giannotta Germana, Tiriticco Lolita, Zanenga Maurizio.

Componente Genitori: Lauricella Andrea, Bonfiglioli Carla, Invernizzi Federica, Della Santina Maddalena

Componente Studenti: Ferlin Alessia, Caldara Federico, Pede Nicolò, Franzolin Ivan

 

Punto 1. Approvazione del verbale della seduta precedente

   Il verbale della seduta precedente, allegato alla convocazione dell’attuale riunione, viene approvato con cinque astensioni (i non presenti).

 

Punto 2. Insediamento neo componente studenti

   Il Presidente, Carla Bonfiglioli, rivolge un benvenuto al Dirigente Reggente, ai nuovi rappresentanti dei docenti e ai nuovi rappresentanti degli studenti, i quali si presentano brevemente.

Ricorda che è consuetudine affidare la verbalizzazione delle sedute alla Componente Docente, e designa la Prof.ssa Lucia Casapollo come Segretaria.

 

Punto 3. Nomina Giunta Esecutiva componente docenti

   Si individua la professoressa Rizzi, che si rende disponibile, per far parte della Giunta. Si approva all’unanimità.

 

Punto 4. Nomina Giunta Esecutiva componente studenti

Si individua lo studente Caldara, che si rende disponibile, per far parte della Giunta. Si approva all’unanimità.

 

Punto 5. Verifica e delibera attività cogestione con progettualità annesse su presentazione degli studenti

   Il Dirigente, prima di dare la parola agli studenti, ritiene opportuno affermare con forza che le condizioni necessarie per autorizzare l’organizzazione e lo svolgimento di qualsiasi attività  sono quelle relative a sicurezza, ordine, e rispetto delle regole dell’Istituto. Sottolinea che tali condizioni devono essere garantite anche e soprattutto dagli organizzatori.  

   I rappresentanti degli studenti illustrano brevemente il loro progetto che vedrebbe impegnati tre giorni, dal 13 al 15 febbraio. Il primo giorno rivolto agli alunni del biennio e gli altri due rivolti al triennio.

In particolare, per la terza giornata, sarebbero organizzati,  per le classi quinte, un incontro obbligatorio con la Protezione Civile e, per le classi terze e quarte, un incontro obbligatorio con giovani imprenditori (Dolly Noire)

Per tutti i laboratori proposti nel progetto è indicato un alunno referente e vi sono diverse iniziative in cui sono stati coinvolti alcuni docenti. L’elenco presentato comprende: musica (Federico Caldara), musica elettronica (Michele Vignola, Alex Mihali, Nicolò Pede), Biologia (prof Leoni, Massimo Campagna), Poesia (prof Di Dio), Cineforum (prof Bertola) Fonici e tecnici audio (Christian Facchinetti), Teatro (Massimiliano Bergamini), Fotografia (Erika Marsicano), Ballo (Lorenzo Pavesi, Stefano Formenti), Test universitari (prof.ssa Cantamessa), Disegno con skethbook (prof Mendola), Torneo basket e pallavolo (prof.ssa Lucchese e prof Bonaccorsi), Ballo latino americano (Alessandro Valota), Ballo hip hop (Corinne Tshilobo Maurizio Natale), Make up (Denise Paleari, Elisabetta Forza), Arti marziali (Lucrezia Molgora), Manga e Anime (Sebastiano Avola, Alessandro Torres, Marco Savino), Aula studio (docenti in servizio).  

Ogni attività non durerebbe più di due ore perché sarebbero previste tre fasce orarie.

I rappresentanti degli studenti si preoccuperebbero di raccogliere informazioni sugli interessi dei compagni tramite un sondaggio e conterebbero sulla vigilanza dei docenti per regolare accessi e uscite dai vari laboratori.

Gli studenti chiedono inoltre la possibilità di avere, in quelle tre giornate, lo stesso orario di uscita per tutti gli alunni.

      Si apre la discussione con alcune osservazioni sull'esperienza dell'anno scorso, relative al fatto che le attività organizzate dagli studenti disturbavano le classi che avevano lezione.

Riguardo alla sorveglianza, la professoressa Tiriticco fa rilevare che i docenti, anche volendo, non possono esercitare il controllo su accessi e uscite auspicato dagli studenti, perché solo in alcuni momenti dell’orario di servizio sarebbero disponibili.

Il signor Lauricella esprime apprezzamento per il lavoro di preparazione che emerge dalla presentazione della proposta ma anche qualche perplessità per la mancanza di misure volte ad evitare in modo efficace il migrare degli studenti nei corridoi dell’Istituto.   

Seguono altri interventi in cui si propone che il sondaggio previsto dagli studenti possa diventare una vera e propria raccolta di adesioni alle attività proposte per il giorno di cogestione che comporti anche il rispetto del tempo richiesto.

La professoressa Casapollo si rammarica che non ci sia stato modo di coinvolgere il Collegio Docenti, la cui adesione al progetto sarebbe stata una significativa indicazione per il Consiglio di Istituto, tuttavia concorda con i rappresentanti degli studenti nel considerare tale esperienza una occasione di crescita nella responsabilità; si dichiara più favorevole all’organizzazione di due giornate anziché tre, pur considerando molto interessanti i programmi dell’incontro con la protezione civile e con la start-up Dolly Noire; anzi, suggerisce che tali incontri possano essere ugualmente organizzati e proposti, rispettivamente, alle classi quinte, quarte e terze, ma al di fuori della cogestione.

Per quanto riguarda l’orario della giornata il Dirigente precisa che non sarà modificato.

   Dopo ampia discussione il Presidente mette ai voti la proposta con le correzioni emerse:

due giornate di attività tra quelle presentate (o anche tutte) a seconda delle adesioni ottenute da parte degli studenti e da svolgersi in tre fasce orarie, senza possibilità di cambiare durante tali fasce orarie; dalle 8.00 alle 8.15 gli studenti si recheranno nelle proprie aule, dove il docente della prima ora effettuerà l’appello e, analogamente, quindici minuti prima del termine dell’orario scolastico, gli alunni saranno tenuti a presentarsi nelle proprie aule dove, con il docente dell’ultima ora, attenderanno il termine della mattinata scolastica. La prima giornata vedrà coinvolti gli alunni del biennio e la seconda giornata quelli del triennio.

Riguardo alle date si stabilisce che possano essere il 13 e 14 febbraio se nella giornata del 15 sarà possibile organizzare gli incontri con la Protezione Civile e Dolly Noire, altrimenti il 14 e 15 febbraio.

   Si approva a maggioranza con la sola astensione del Dirigente.

 

Punto 6.  Autorizzazione utilizzo aula video per riunione Comitato Genitori

Il signor Andrea Lauricella chiede l’utilizzo dell’aula video per riunire il Comitato Genitori rassicurando sull’attenzione che verrà posta nel scegliere una data in cui l’Istituto debba già rimanere aperto il tardo pomeriggio.

   Si approva all’unanimità.

 

Punto 7. Modifica regolamento di Istituto in merito all’uscita dalla scuola dei minori di anni 14 a seguito nuove disposizioni ministeriali

Come scritto nella circolare numero 190 del 15 dicembre 2017, in seguito all’art.19-bis del Decreto Legge n°148 del 16 ottobre 2017 convertito in Legge n° 172 del 4 dicembre 2017, si modifica il Regolamento di Istituto riguardo al rientro autonomo degli studenti al termine delle attività didattiche, accordando la possibilità di presentare idonea autorizzazione anche ai genitori dei minori di anni 14.

   Si approva all’unanimità.

 

Punto 8. Precisazioni in merito al contributo volontario a.s. 2018/2019

Il Dirigente Reggente riferisce che, durante il breve incontro organizzato per presentarsi ai genitori il giorno 20 gennaio, ha avuto l’impressione di una sottovalutazione dell’importanza che il versamento volontario ha per il buon funzionamento della scuola, per l’aggiornamento delle attrezzature, il mantenimento dei laboratori e dei dispositivi acquistati in questi anni; ha apprezzato l’intervento del Presidente, Carla Bonfiglioli, la quale ha spiegato che, pur chiamandosi il contributo “volontario”, ve ne è una parte che non è facoltativa, una tassa modesta ma prevista per gli studenti del triennio, poiché la scuola è obbligatoria e gratuita solo fino a 16 anni. A parte questa precisazione, necessaria visto che molte famiglie non hanno effettuato alcun versamento, il fatto che il contributo volontario sia diminuito in modo così rilevante necessita di essere affrontato.

Secondo il sig. Lauricella la percezione dell’efficacia di tale versamento è calata negli ultimi anni, secondo la signora Della Santina e i rappresentanti degli studenti non c’è abbastanza trasparenza, ovvero le famiglie non sanno come vengono spesi i soldi da loro versati. Chiede pertanto la rendicontazione delle spese dell'anno 2017 sostenute con il Contributo Volontario, cosicché il Comitato Genitori possa inserire tale rendicontazione in una comunicazione destinata ai rappresentanti di classe per sensibilizzare tutte le famiglie sull'importanza del contributo volontario che, come il Preside ha ricordato, non ha una scadenza e può essere versato in qualunque momento durante l'anno scolastico.

E’ indispensabile che le famiglie abbiano un segnale concreto del fatto che con tale contributo la scuola voglia dare qualcosa in più. La professoressa Casapollo pensa che non sia la trasparenza a mancare ma una progettualità comunicata in modo efficace.

La signora Bonfiglioli sottolinea che la comunicazione è estremamente impoverita dal fatto che ogni informazione è reperibile sul sito della scuola e lasciata alla singola volontà di comprenderla, non è inoltre nemmeno prevista una informazione mirata da parte del personale di segreteria, il quale deve semplicemente ritirare il modulo quando gli studenti lo consegnano.

Il Dirigente Reggente pensa che qualche miglioramento proprio nella direzione della corretta informazione sia da fare fin da subito.

 

Punto 9. Modifica regolamento d’Istituto per l’accesso agli atti amministrativi

L’ultimo punto all’ordine del giorno è stato inserito in seguito alla segnalazione dei genitori circa la richiesta del pagamento di 15 euro per avere una copia dei compiti svolti dai propri figli.

Tale richiesta è conseguenza del nuovo regolamento di accesso agli atti, approvato con delibera n.34 del 30 novembre 2017.

La professoressa Rizzi, che ha scritto il verbale della riunione precedente, vuole precisare che quel che ha scritto non è altro che quel che lei (e gli altri consiglieri, a giudicare dall’approvazione del verbale stesso) aveva compreso e che, benché potesse aver consultato con poca attenzione la documentazione relativa al punto 4, (pervenuta all’ultimo momento), non aveva ravvisato questo tipo di conseguenza.

Il Dirigente Reggente esprime la propria totale convinzione che le famiglie, specialmente degli alunni con disturbi dell’apprendimento, debbano essere in tutti i modi favorite nella loro volontà di sostenere il progresso del proprio figlio, e non ostacolate.

Tutti i docenti presenti si trovano d’accordo col Dirigente Reggente, ma, nello stesso tempo, ritengono di non dover discutere quanto stabilito nella legge che regolamenta l’accesso agli atti e si trovano in difficoltà nel discutere quanto stabilito dalla Dirigente Leo e dal Consiglio di Istituto del 30 novembre.

Si discute a lungo. Ci si chiede, nuovamente, se le verifiche corrette siano da considerare atti amministrativi e se la richiesta di un genitore di averne una copia sia una richiesta formale o informale di accesso agli atti e, soprattutto, se, per qualche motivo, tale copia debba essere considerata “conforme” o se debba essere da considerare “con oscuramento” come riportato nel regolamento alla voce “costi visura e rilascio copie”.

Il consiglio di Istituto, in ogni caso, accogliendo il disorientamento dei genitori di fronte alla richiesta del pagamento di 15 euro per avere fotocopia della verifica del proprio figlio dispone che, fermo restando il regolamento della procedura di accesso agli atti, la richiesta di tale pagamento venga sospesa,  riservandosi di delineare al più presto una procedura che sia corretta, chiara, e favorisca il più possibile la volontà delle famiglie di sostenere il percorso di apprendimento del proprio figlio. 

  

Punto 10. Varie ed eventuali

I rappresentanti degli studenti, per trasparenza, comunicano che gestiscono un loro sito dove pubblicano notizie relative al mondo scolastico.

Il Preside apprezza la trasparenza e ritiene di non dover dare ufficialità come scuola, considerando l’attività una libera iniziativa dei ragazzi.

 

 

Non essendovi altro da discutere, alle ore 19.15 la riunione si chiude.

 

 

 

Il segretario                                                                                                   Il Presidente

__________________                                                                                  ____________________

AllegatoDimensione
36- Nomina Giunta Esecutiva componenete docente.doc616.5 KB
37- Nomina Giunta Esecutiva componente studenti.doc622 KB
38- Verifica e delibera attività cogestione... (2).doc623 KB
39- Autorizzazione utilizzo aula video Comitato Genitori (2).doc622 KB
40- Modifica regolamento d'Istituto uscita anticipata.doc622 KB
41- Modifica regolamento d'Istituto per l'accesso agli atti amministrativi (2).doc622 KB

Trasparenza

Contatti

Istituto Tecnico Industriale statale
Liceo Scientifico Tecnologico
“GUGLIELMO MARCONI”
20064 Gorgonzola (MI)
Via Adda, 10
Tel. 02/9513516 / 029510485 - Fax 02/95300662
e-mail: MITF21000B@istruzione.it 
e-mail certificata: MITF21000B@pec.istruzione.it